Printing biochips: from concepts to devices.

Il 12 gennaio p.v. alle ore 15.30, alla Scuola Superiore di Catania, Giuseppe Arrabito terrà il seminario dal titolo “Printing biochips: from concepts to devices”.

“Microarray technologies are nowadays relatively mature, their development starting with the onset of high-density DNA arrays, then addressing with peptide and protein microarrays, and now prefiguring perspectives in the field of cellular arrays. Such high-throughput analytical tools are associated with smaller usage of sample volumes, decrease in use of reagents, rapid analyses, and increased sensitivity since, at the microscale, the chemical species have a shorter distance to diffuse than in conventional macroscale reaction vessels. Undoubtedly, the great advantage of these devices is their highly parallel nature and ability to interrogate hundreds to thousands of different sensing molecules in one experiment. The area of bioarray technology fabrication evolves along three different paths: patterning resolution, i.e., the decrease of the printed feature size on the slide from micro- until nanoscale; multiplexing, i.e., the increase of the number and of the density of tested biological targets (biomolecules or cells), and finally biochip design, i.e., the careful development of smart platforms able to collect and compute real time biological information.”

Complexity and system thinking: the Emergy analysis

“Il pensiero sistemico, sviluppatosi a partire dagli anni ’70-’80, costituisce uno strumento divenuto indispensabile nell’affrontare problematiche troppo complesse per poter essere trattate secondo una prospettiva riduzionistica. Si tratti di ecosistemi, di reti energetiche, oppure di sistemi economici, sociali, produttivi o culturali, la complessità del loro funzionamento richiede innanzitutto la capacità di evidenziare la rete di flussi di risorse e di meccanismi di feedback che ne definiscono il funzionamento e la sostenibilità, su scala sia locale sia globale.
Il seminario costituirà l’introduzione a un corso tenuto dallo stesso Prof. Gonella, prossimamente alla SSC.

Il corso, per sua natura trasversale e interdisciplinare, fornirà contenuti fruibili da studenti di quasi tutte le discipline, in particolare, di scienze (fisica, scienze ambientali, biologia, matematica, informatica), di area economica (management, economia), di area umanistica (filosofia, scienze politiche, sociologia), nonchè di medicina, ingegneria, architettura. Sarà aperto a tutti gli studenti dell’Università di Catania, di qualsiasi anno di corso, sia dei CdL triennali sia magistrali, (ma è suggerito specialmente a studenti delle lauree Magistrali o del 2°-3° anno triennale).

Alla fine del seminario verranno raccolte le adesioni al corso.

14.11.17 System thinking

Bando Premio Tesi di Diploma 2017

L’Associazione Alumni Scuola Superiore di Catania si prefigge, tra gli altri, l’obiettivo di contribuire alla crescita culturale degli Allievi dei corsi ordinari. Al fine di sostenere, promuovere e valorizzare i percorsi di eccellenza degli Allievi, l’Associazione pubblica un bando finalizzato alla valutazione e premiazione dei migliori curricula accademici e professionali, con particolare riguardo alle migliori tesi svolte per il conseguimento del diploma magistrale della Scuola Superiore di Catania. La scadenza per la partecipazione è il 25 ottobre 2017.

Partecipanti per la Classe delle Scienze Sperimentali:

Gioacchino Alex Anastasi, Claudio Genovese, Giampaolo Pitruzzello

Commissione Scienze Sperimentali:

Mario Siciliani De Cumis, Ivano Lodato, Francesco Pellegrino

 

Partecipanti per la Classe delle Lettere e delle Scienze Sociali:

Giulio Amara, Anna Maganuco, Fabio Russo, Paola Maria Tricomi

Commissione Lettere e Scienze Sociali:

Orazio Portuese, Rachele Ricceri, Samuele Tomasi

 

A seguire il bando completo.

Oggetto: Bando premio tesi di diploma 2017

Visto lo Statuto dell’Associazione Alumni Scuola Superiore di Catania,

Sentita l’Assemblea dell’Associazione Alumni Scuola Superiore di Catania,

Vista la delibera del Consiglio Direttivo del 24 settembre 2017,

Sentito il Tesoriere dell’Associazione Alumni Scuola Superiore di Catania,

Il Presidente dell’Associazione “Alumni Scuola Superiore di Catania” stabilisce quanto segue:

Art. 1 – Indizione del concorso

L’Associazione “Alumni Scuola Superiore di Catania” (Associazione) si prefigge, tra gli altri, l’obiettivo di contribuire alla crescita culturale degli Allievi dei corsi ordinari. Al fine di sostenere, promuovere e valorizzare i percorsi di eccellenza degli

Allievi, l’Associazione pubblica un bando finalizzato alla valutazione e premiazione dei migliori curricula accademici e professionali, con particolare riguardo alle migliori tesi svolte per il conseguimento del diploma magistrale della Scuola Superiore di Catania.

Art. 2 – Requisiti di partecipazione

La partecipazione al concorso è aperta a tutti i soci dell’Associazione che sono stati Allievi residenti della Scuola Superiore di Catania (SSC) e che ne hanno conseguito il diploma magistrale nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2016 e il 30 settembre 2017.

Art. 3 – Modalità di partecipazione

Al fine di partecipare al presente bando, tutti gli aventi diritto devono inviare tramite posta elettronica all’indirizzo consiglio_alumni@ssc.unict.it entro e non oltre le ore 23:59 del 25 ottobre 2017 (fuso orario italiano) le seguenti informazioni e documentazioni in formato elettronico:

– informazioni anagrafiche;

– curriculum vitae dettagliato, completo della votazione e relativi CFU (Crediti Formativi Universitari) dei singoli corsi universitari e dei corsi interni e strumentali previsti dal proprio piano di studi relativo sia al corso di laurea che al corso di laurea magistrale (o di laurea magistrale a ciclo unico), della data di conseguimento della laurea magistrale, del titolo e dell’abstract delle tesi di laurea e/o di laurea magistrale, della data di conseguimento del diploma magistrale;

– tesi di diploma magistrale;

– ogni eventuale pubblicazione, premio, titolo, esperienza, partecipazione a scuole estive, concorsi, competizioni di ogni natura che si ritiene di dover essere valutata e che sia stata conseguita in data antecedente alla scadenza del presente bando.

E’ necessario fornire appropriata documentazione sotto forma di link ad archivi elettronici, link a database scientifici, certificazioni e quanto altro che permetta alla commissione valutatrice di poter giudicare quanto dichiarato.

Art. 4 – Valutazione e compilazione della graduatoria

Successivamente alla scadenza del bando, e comunque non oltre il 31 ottobre 2017, il Presidente dell’Associazione, di concerto con il Consiglio Direttivo, provvede a nominare due commissioni giudicatrici, una per la Classe delle Scienze Sperimentali, e una per la Classe delle Lettere e delle Scienze Sociali. Ciascuna commissione sarà formata da almeno tre membri e sarà composta in modo da garantire adeguata rappresentanza di tutti i corsi di laurea afferenti alla Classe. Possono far parte delle commissioni giudicatrici esclusivamente i Soci Ordinari o Sostenitori dell’Associazione che abbiano conseguito il proprio diploma magistrale in data antecedente al 30 settembre 2011 e che non abbiano rapporti di parentela con nessuno dei candidati. Se necessario, la commissione può avvalersi del parere di altri Soci o di esperti esterni all’Associazione stessa al fine di giungere ad una valutazione completa ed equilibrata.

Subito dopo la costituzione delle Commissioni, il Presidente invia a ciascun membro tutta la documentazione ricevuta dai candidati appartenenti alla stessa Classe.

I membri di ciascuna commissione, prima individualmente e poi collegialmente, valuteranno tutta la documentazione inviata e specificatamente le tesi di diploma al fine di elaborare un proprio giudizio.

Le commissioni terranno in considerazione la qualità, l’originalità, il valore scientifico della tesi di diploma e altresì il curriculum del candidato, con particolare riferimento ad ogni evidenza che dimostri l’avvio precoce alla ricerca, l’eccellenza nel proprio percorso accademico e l’impiego professionale subito dopo il conseguimento del diploma.

In particolare, la commissione attribuisce un massimo di 50 punti alla qualità e all’originalità della tesi di diploma; un massimo di 20 punti per il percorso accademico svolto; un massimo di 30 punti per le attività extra-curriculari svolte (attività di ricerca, pubblicazione di articoli, attività professionale, ecc.).

Il giudizio, insindacabile, viene approvato dalla maggioranza dei membri della commissione. La procedura di valutazione deve concludersi entro e non oltre il 14 dicembre 2017.

Conclusa la valutazione, la commissione inoltra al Presidente e al Consiglio Direttivo le proprie determinazioni. Il Presidente, verificato il rispetto delle procedure e dei criteri stabiliti nel presente bando, procede alla proclamazione dei vincitori del premio, uno per ciascuna Classe, e ne dà tempestiva comunicazione ai diretti interessati.

Art. 5 – Premio

I vincitori del concorso presenteranno in maniera sintetica la propria tesi di diploma durante l’Assemblea Ordinaria dell’Associazione, di norma tenuta alla fine del mese di dicembre. A ciascun vincitore verrà assegnato inoltre un premio di natura economica il cui importo, sentito il Consiglio Direttivo di concerto con il Tesoriere dell’Associazione e visti i fondi disponibili nel bilancio dell’Associazione, sarà pari a 400 euro.

Art. 6 – Trattamento dei dati personali

L’Associazione garantisce a tutti i candidati che tutti i dati, documenti e lavori inviati nell’ambito del presente bando saranno considerati di natura confidenziale, distribuiti e visibili solo ai membri del Consiglio Direttivo, delle commissioni valutatrici e di eventuali loro collaboratori nell’ambito del procedimento in oggetto, e non verranno resi pubblici né distribuiti a terzi.

Art. 7 – Responsabile del procedimento

Responsabile del procedimento relativo al presente bando è il Presidente dell’Associazione “Alumni Scuola Superiore di Catania”. Ulteriori richieste di informazioni devono essere indirizzate a: Presidenza Associazione “Alumni Scuola Superiore di Catania” c/o Scuola Superiore di Catania via Valdisavoia, 9 – 95123 Catania, email: consiglio_alumni@ssc.unict.it.

 

Il Presidente

Davide Leotta

Marie Curie fellowship: what comes next?

Il 13 luglio p.v., alle ore 16.30,  alla Scuola Superiore di Catania si terrà il seminario dal titolo “Marie Curie fellowship: what comes next?”, tenuto dal Prof. Luigi Caranti.

Luigi Caranti (Ph.D. Boston University) è professore associato di filosofia politica all’Università di Catania. Ha lavorato come ricercatore in numerose istituzioni internazionali tra cui Columbia University, Australian National University e Philipps-Universität Marburg.

I suoi studi riguardano soprattutto la filosofia di Kant. Di recente i suoi interessi toccano la teoria dei diritti umani, la pace democratica e le cause della povertà mondiale.

Caranti ha diretto numerosi progetti finanziati dalla Commissione Europea attraendo fondi per circa 0.8M€. Ha pubblicato varie monografie e articoli in riviste internazionali tra cui Journal of Political Philosophy, Kant Studien, Journal of International Political Theory, Journal of Human Rights.

Il seminario sarà incentrato sui possibili sviluppi della carriera accademica successivamente al conseguimento della Borsa di studio Marie Curie.

 

Sarà possibile seguire il seminario in streaming all’indirizzo:

https://livestream.com/accounts/5791652/events/7551340

—-

Marie Curie, what comes next

Chirality in nature and art: personal observations.

Il 2 maggio p.v., alle ore 21.30,  alla Scuola Superiore di Catania si terrà il seminario dal titolo “Chirality in nature and art: personal observations”, tenuto dal Prof. Salvatore Caccamese.

Abstract

The examination of ancient artworks from a variety of cultures suggests that humankind has in some way aware of chirality for millennia and also Kant in 1783 provided a concise description of chirality nearly a century before Pasteur established stereochemistry as a new branch of science. Not only is Nature chiral but by and large it exists as just one enantiomer and, in any case, can tell the difference between left and right [1,2]. Many examples of asymmetry and helicity can be observed in the plant world as twining vines and flowers. In the animal word the most studied area is the asymmetry of gastropods or snail shells. In ancient churches and monasteries varieties of helical columns try to connect earth with heaven and add magnificence to a façade or an altar.

Here I present personal observations through photographs concerning enantiomerism in the natural world, art and craft works.

 

[1] H. Brunner, Rechts oder Links in der Natur und anderswo, Wiley-VCH, Weinheim, 1999.

[2] C. J. Welch, Chirality in the natural world: life through the looking glass, in “Chirality in natural and

applied science”, ed. W. J. Lough and I. W. Wainer, Blackwell Science, Oxford, 2002.

 

Prof. S. Caccamese, breve curriculum vitae

E’stato Professore Ordinario di Chimica Organica presso il Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Catania ed è in quiescenza dal 2010. Presso questo Ateneo ha insegnato a lungo Chimica Organica nel CdL in Scienze Biologiche e Metodi Spettroscopici e di Separazione di Molecole Organiche nella Laurea Magistrale in Biologia Cellulare e Molecolare.

A metà degli anni ’70 e ’80 è stato Research Associate e successivamente Visiting Scientist per più di due anni complessivamente presso l’Università dell’Illinois ad Urbana-Champaign dove ha iniziato le sue ricerche sull’isolamento, la determinazione strutturale e l’attività antimicrobica di prodotti naturali alogenati da alghe rosse condotte anche con la gascromatografia-spettrometria di massa (GC/MS) e tecniche di ionizzazione in MS che erano allora d’avanguardia. Continuò questa linea di ricerca qui a Catania per una decina d’anni, occupandosi anche di componenti di licheni dell’Etna. Da metà degli anni ’90 cambiò gradualmente interessi di ricerca occupandosi di stereochimica e chiralità. In particolare ha studiato l’impiego di colonne chirali in cromatografia liquida (chiral HPLC) per la separazione degli enantiomeri di farmaci commerciali, di alcaloidi naturali sintetizzati da altri ricercatori, glicosidi di flavanoni in particolare naringina e il suo aglicone naringenina dal pompelmo e dall’arancio amaro. In alcuni casi è giunto all’isolamento dei singoli enantiomeri. Ciò ha permesso la determinazione della loro stereochimica assoluta mediante misure e calcoli di dicroismo circolare oppure la determinazione di specifiche attività farmacologiche dei singoli enantiomeri, spesso diverse e rilevanti.

Questi lavori sono stati eseguiti in collaborazione con pubblicazioni con ricercatori di università europee ed americane e, in un caso, di una azienda farmaceutica americana. I suoi collaboratori di Catania sono stati soli tesisti o contrattisti, non personale strutturato.

Dopo il pensionamento si è interessato, per motivi personali e in collaborazione con alcuni biochimici, dell’impiego di specifici polifenoli nel miglioramento della funzionalità mitocondriale fortemente compromessa nelle persone Down e dei disordini nel metabolismo di alcuni amino acidi in queste persone.

I contributi di ricerca hanno dato come risultati 120 pubblicazioni su riviste internazionali con revisori e uno score di 37.20 e quasi 2000 citazioni su Research Gate.

 

Chirality locandina